Wc, scarichi e pozzo nero: che cosa non buttare mai

I capelli e i peli: un groviglio terribile

Dopo che ci si è pettinati, i cappelli che sono caduti nel lavandino andrebbero raccolti e essi nel cestino e non buttati nello scarico perché creando un groviglio davvero terribile che crea problemi a tutto l’impianto idraulico di casa. Impedendo all’acqua di passare e defluire correttamente sarà necessario richiedere al più presto un servizio antispurgo Roma così i tubi vengono puliti e l’acqua fluisce in modo corretto verso il pozzo nero.

Il pranzo avanzato: l’origine dei cattivi odori

Gli avanzi di cibo no vanno buttati nello scarico poiché possono essere causa di diversi problemi al pozzo nero, oltre a riempirlo prima del tempo, il cibo avanzato che finisce nel pozzo fermenta e dà origine a cattivi odori che risalgono il tubo e impestano l’appartamento. Inoltre, gli avanzi di cibo spesso consentono sostanze oleose che possono attaccarsi ai tubi determinano un’ostruzione, oltre a creare una patina oleosa nel pozzo nero che impedisce ai batteri di digerire la parte inquinante degli scarichi. Gli avanzi vanno buttati nell’immondizia, più di preciso nel bidone del residuo umido come indicato dalle regole comunali sulla raccolta differenziata.

Le vernici e i detergenti per le pulizie: tutti i prodotti con componenti chimici

All’interno del pozzo nero o della fossa biologica sono presenti in modo naturale una serie di batteri e microorganismi anerobici che digeriscono parte degli inquinati presenti nelle acque reflue, iniziando una parziale depurazione ogni volta che nel wc o nel lavandino vengono buttati dei detergenti per le pulizie o anche colle, vernici, solventi e simili, i componenti chimici vanno a finire nel pozzo, dove ostacolano l’azione digerente dei microorganismi. Per no alterare il delicato equilibrio batterico è consigliabile passare a prodotti per le pulizie biologici che non hanno questo tipo di problema. Inoltre, i prodotti chimici possono avere razioni inaspettate come produrre molta schiuma che va a riempire il pozzo nero prima del tempo, costringendo a richiedere un servizio antispurgo Roma.

gennaio 30th, 2018 by