Spremiagrumi vs. estrattore: cosa e come scegliere

succo

Non è solo l’ultima moda del momento: preferire un estrattore di succo a uno spremiagrumi può portare a molti vantaggi in cucina, soprattutto se amate succhi ed estratti di verdure e siete abituati a realizzarli in casa.

 

Cosa distingue uno spremiagrumi da un estrattore e quando scegliere cosa

Lo spremiagrumi, infatti, lo conoscono tutti: è un piccolo aggeggio, qualche volta manuale, qualche volta elettrico che permette di ottenere succo da arance, limoni, pompelmi, eccetera. È molto maneggevole, poco ingombrante, facile da utilizzare (lo possono fare anche i più piccoli!), poco costoso e, soprattutto, non richiede grossa manutenzione. Nella versione manuale basta passare sotto l’acqua le due parti di cui è composto, mentre per quella elettrica serve al massimo un po’ di attenzione in più. L’estrattore di succo, invece, è già un elettrodomestico e come tale ha un maggiore grado di complessità sia nell’utilizzo sia nella manutenzione, oltre a essere in qualche caso più ingombrante e, soprattutto, più costoso.

 

Se vi state chiedendo, allora, cosa scegliere tra spremiagrumi ed estrattore di succo, la risposta non può che essere: dipende. Fermo restando che, considerato soprattutto il basso costo del primo, potrebbe non trattarsi di una vera e propria scelta ma potreste voler avere comodamente in casa entrambi, infatti, funzionalità e scopi dei due attrezzi sono completamente diversi. Provando a riassumere in pochi punti:

  • lo spremiagrumi può essere utilizzato solo per gli agrumi, appunto, mentre con un estrattore a freddo potrete ottenere succhi ed estratti da qualsiasi tipo di vegetale, compresi altri tipi di frutta, ortaggi e verdure a foglia;
  • anche nel caso in cui l’estrattore venga utilizzato per arance, pompelmi r limoni, si otterrà un prodotto molto diverso da quello che si potrebbe avere con un comune spremiagrumi da cucina,
  • com’è noto, infatti, con l’estrattore si ottengono succhi più concentrati, ricchi di tutte le sostanze nutrizionali contenute nella frutta e nella verdura, con meno sprechi e con più risparmio;
  • anche quanto a fatica: non dovrete più lavorare di gomito, una lunga vite “libera” (la coclea) farà tutto al posto vostro e in pochissimo tempo.
gennaio 13th, 2017 by