Portogallo: che cosa vedere in questa meta più che emergente

Il Portogallo si trova nella penisola iberica, al confine con la Spagna a est e nord mentre a ovest si trova l’oceano atlantico. Il Portogallo ha visto negli ultimi ani un enorme aumento di turismo poiché qui c’è tutto quello che desiderano: mare, divertimento, tradizioni, relax, storia, cibo, cultura e molto altro ancora. Il fatto che il Portogallo sia una meta che è stata toccata dal turismo di massa solo ultimamente, la rende ancora più appetibile perché non tutto è diventato a misura del turista ma molti luoghi conselvano al loro connotazione originale per la popolazione del luogo, che permette di conoscere il vero Portogallo. L’acquario della città di Lisbona è una meta obbligata per chi viaggia con i bambini.

La capitale Lisbona

La capitale del Portogallo è Lisbona che si trova all’interno di una piccola baia in modo che le forti correnti e mareggiate dell’atlantico non la colpiscano. Difficile riassumere tutto quello che c’è da vedere qui ma meglio partire dal porto dove la vita notturna entra nel suo pieno. Chi desidera avvicinarsi di più alle architetture storiche può trovare dei momenti risalenti ancora al medioevo come la torre del Belem o il Convento de Carmo. Non possono mancare nella visita alla città il palazzo nazionale di Queluz, in stile roccocò caratterizzato dalle piastrelle dipinte mano azulejos. Il palazzo di Mafra è quello che ospita anche la basilica perciò è da visitare come anche il castello san Giorgio.

La strada per Porto

Da Lisbona si può salire la costa in direzione nord per raggiugerne Porto, con un treno interno oppure anche noleggiando una macchina. Non possono essere escluse dalla visita a Porto il palazzo de Bolsa, la torre dei Chierici e la chiesa di San Francesco, un bellissimo esempio di architettura gotica con all’interno dei decori quasi roccocò tanta è l’opulenza di questi abbellimenti che lasciano davvero allibiti i turisti. Nelle valigie benetton non può mancare una guida gastronomica per andare a scoprire la cucina locale, fatta principalmente di piatti di pesce. Da assaggiare è sicuramente il baccalà che viene preparato in mille modi diversi qui in Portogallo dove la pesca è una delle attività principali dell’economia locale. I moltissimi ristoranti di pesce vengono presi d’assalto da mattina fino a notte fonda e perciò non si può lasciare la città di Porto senza ver fatto tappa in uno di questi locali, consigliabili quelli più tipici con arredi rustici e piatti abbondanti legati alla tradizione più vera, lontani dai menù per i turisti.

Una fermata a Coimbra

Prima di arrivare nella seconda città portoghese, Porto, una fermata a Coimbra, leggermente nell’entroterra, è d’obbligo per tutti i visitatori che arrivano qui grazie a collegamenti aerei intensificati e senza problemi grazie alle valigie benetton. Qui infatti si incontra un Portogallo ancora più legata alle sue tradizioni e nota per i suoi sigari che prendono il nome proprio dalla città stessa, da gustare con un bicchiere di Porto, altro prodotti tipico della zona che è davvero delizioso.

marzo 13th, 2018 by