Le persone hanno paura del dentista, come mai?

Rispondere alla domanda come mai le persone hanno paura del dentista non è semplice. Infatti vi sono innumerevoli motivazioni che si possono trovare in giro.

Alcune persone per esempio sono terrorizzate perché hanno sofferto durante un trattamento, altre hanno semplicemente paura nonostante non sono mai state dal dentista. Generalmente basta una brutta esperienza per bollare in rosso questo ramo della medicina. Infatti è in crescita il numero di persone che evitano il dentista per paura, fifa o come la si voglia chiamare.

 

Questo è un vero fenomeno se ci si sofferma a pensarci su. Persone che inventano scuse per evitare di andare dal medico e si ritrovano in un secondo momento (quando il dente duole oppure è comparso un ascesso) ad andare di tutta corsa dal dentista, pregando che l’appuntamento sia il prima possibile. Insomma un vero paradosso.

 

Non importa di andare a scavare sul motivo che ha fatto nascere questo tipo di paura. Quello che conta è superare l’ostacolo quando si presenta davanti. Le visite dal dentista sono inevitabili. Ci sono le persone che spesso si recano a fare controlli e non hanno problemi. Altre che rimandono e tornano dopo con gli interessi. Quindi tanto vale combattere la paura, un po’ come per chi non vuole volare ma deve prendere l’aereo spesso per lavoro.

 

Ecco alcuni fattori da ricollegare alla paura del dentista:

 

  • Brutte esperienze
  • Depressione
  • Ansia
  • Essere condizionati da altri

 

Una regola universale che vale per tutti è scegliersi il proprio dentista. Ovvero sono tutti bravi chi più chi meno, ma quello che conta è il rapporto che c’è. Ovvero una sorta di affinità che serve per mantenere la calma durante le sedute, facendo riferimento ai lavori quali otturazioni, devitalizzazioni…. Se il dentista non piace automaticamente il cervello crea una specie di barriera e alla minima cosa, il dolore si fa sentire anche quando non c’è. Provate quindi a cercare tra i dentisti Ferrara. Sembra strano ma è così, per questo deve esserci un buon rapporto di fiducia. In caso contrario la seduta sarà del tutto non piacevole. Un professionista che opera in modo efficiente da modo che la seduta sia normale e non una tortura.

aprile 18th, 2017 by