Come pulire manualmente un frullatore ad immersione

FrullatoreImm

Solitamente, quando acquistiamo un frullatore ad immersione facciamo attenzione che questo abbia i pezzi lavabili in lavastoviglie, ma c’è anche chi non ce l’ha e deve forzatamente passare al lavaggio a mano.

Lavare un frullatore ad immersione subito dopo l’utilizzo è importante perché possono rimane attaccati dei residui di cibo che potrebbero generare cattivo odore in cucina e sulle superficie dell’apparecchio, per cui bisogna assolutamente passare al lavaggio immediato.

Per pulire l’apparecchio a mano dobbiamo munirci di bicarbonato di sodio, aceto, detersivo, pennellino e aria compressa spray e un manuale d’uso se non abbiamo molta dimestichezza con il frullatore ad immersione.

Fondamentalmente però, si compone di parte parti essenziali, il motore, la custodia esterne e le lame che servono a lavorare il cibo, se il prodotto che abbiamo acquistato è di una buona marca, sarà sicuramente possibile smontarlo in ogni sua parte e passare alla pulizia.

La prima parte che prendiamo in esame è il motore, questo non deve essere mai lavato con dell’acqua e nemmeno con alcool, bisogna limitarsi ad usare un pennellino asciutto o dell’aria compressa per eliminare la polvere.

La parte in plastica del frullatore ad immersione, una volta smontata dei vari pezzi, può essere lavata in acqua calda con del detersivo, senza alcool o solventi che potrebbero renderlo opaco, un buon rimedio è il bicarbonato di sodio, che con la sua azione abrasiva rimuove facilmente i residui di cibo solidificati.

Infine, ci dedichiamo alla parte delle lame e degli utensili che compongono il minipimer, dopo averli estratti, si possono lavare in acqua e detersivo e poi asciugarli accuratamente per evitare che si formi del calcare.

Per eliminare il cattivo odore che alcuni alimenti come le uova lasciano sulle lame, possiamo usare l’aceto, oppure il limone col bicarbonato che è più indicato.

Molto importante è anche verificare che la presa che va nella corrente non sia sporca di cibo, in quel caso, basta un panno per rimuovere lo sporco, ma anche assicurarsi che non ci siano danneggiamenti e in caso, provvedere alla messa in sicurezza evitando di lasciare dei fili scoperti.

Per una lunga durata del frullatore ad immersione si consiglia di conservarlo adeguatamente nella propria scatola e in un posto sicuro, lontano da possibili urti ma anche da fonti liquide, di calore o di umidità, che possono danneggiarlo nel tempo e comprometterne il corretto funzionamento.

novembre 8th, 2016 by