Come creare un business plan

1840529361-e1389807391308

Il business plan è alla base di ogni attività imprenditoriale. E’ un documento e deve contenere le varie fasi necessarie per sviluppare l’idea che ha dato vita all’impresa. Non è un semplice pezzo di carta, ma una sintesi necessaria per riuscire a trasmettere gli obbiettivi dell’azienda, le sue strategie e non solo. Nel business plan devono essere presenti anche i punti critici, i potenziali rischi.

Ecco 3 semplici consigli per creare un business plan

  1. Non importa quale sia la lunghezza del business plan (possono essere 1 o 100 pagine) la cosa importante è che vengano sviluppati i seguenti punti: Executive Summary, descrizione d’impresa, descrizione di prodotti/servizi, analisi del settore, analisi di mercato, strategie di marketing, analisi finanziaria, piano di realizzazione, struttura management.
  1. Il business plan deve essere aggiornato in maniera periodica. Dovete aggiornarlo con i nuovi obbiettivi e le nuove risorse. Più cresce il mercato, maggiori dovranno essere le revisioni.  Andranno aggiornati anche in base a nuovi competitor che entrano in gioco e alle nuove normative entrate in vigore.
  1. Scegliere bene il business plan adatto. Non sono tutti uguali e per tanto, è importante adattarlo alle proprie esigenze. Potete optare per un documento corto e molto sintetico, per uno voluminoso e dettagliato o per uno che possa poi essere facilmente esposto a partner, collaboratori o potenziali finanziatori.

Per approfondire il discorso vi consigliamo il sito StartupoOnline.it per consulenze aziendali 

settembre 24th, 2015 by