4 tipi di serranda tra cui scegliere quella che fa al caso tuo

Le serrande cieche o di sicurezza

Tre le serrande più diffuse e utilizzate per i negozi e non solo, ci sono quelle cieche dette anche di scurezza. Si tratta di una serranda che ha gli elementi uno accanto all’altro senza lasciare alcun tipo di spazio tra di loro. È la serranda che si usa quando non c’è la necessità di mostrare i prodotti dall’altra perciò viene messa davanti alle entrate o alle finestre. Si dice di sicurezza perché l’assenza di spazi per intravedere i prodotti in vetrina esposti fa sì che gli eventuali ladri scassinatori non abbino spazio per manovre o per distruggere i cristalli delle vetrine.

Le serrande a maglia tubolare

Tra le serrande Roma a maglia aperta, quella di tipo tubolare sono di certo le più diffuse. Il vantaggio di questa tipologia è che permette la vista dei prodotti esposti, infatti, sono spesso usate davanti alle vetrine dei negozi per consentire la visione dei prodotti anche quando il negozio è chiuso.

Le serrande a maglia in ferro tondo

Questa tipologia di serranda è simile a quella in maglia tubolare solo che il ferro tondo è un po’ più elegante e piacevole alla vista per un impatto estetico migliorie. Oltre all’estetica, per questa tipologia migliore anche la robustezza.

Le serrande microforate

Questa particolare tipologia di serrande Roma ha diversi vantaggi, poiché combina due fattori importanti per un negozio: la sicurezza e la visibilità del prodotto. Le serrande microforate sono in grado di garantire la massima sicurezza poiché la loro maglia è davvero molto sottile e non consente ad eventuali ladri e scassinatori lo spazio per agire. Ma non è finita qui: la serranda con i piccoli fori è perfetta per i negozi perché consente ugualmente di vedere i prodotti che sono esposti in vetrina. In questa maniera, una persona, passeggiando per le vie del centro di sera, può vedere i prodotti in vendita e tornare il giorno dopo per un acquisto. I microfori della serranda sono ancora più efficaci se l’illuminazione all’interno è ben studiata.

luglio 12th, 2017 by