3 tipologie di pavimenti da posare

Ci sono moltissimi pavimenti che puoi decidere di posare durante la tua ristrutturazione casa a Milano come il laminato, la resina o le piastrelle.

Le piastrelle

Le classiche piastrelle in ceramica oggi sono ancora utilizzatissime sia per i pavimenti che per i rivestimenti di ambienti umidi come cucina e bagno perciò puoi adoperarle anche tu durante la tua ristrutturazione casa a Milano. Si tratta di una soluzione che presenta una vastissima gamma di forme, colori e stili così sei sicuro di trovare quello che fa al caso tuo. Oggi esistono non solo piastrelle di ceramica ma anche in gres porcellanato. Si preferiscono usare piastrelle opache piuttosto che lucide e di grandi dimensioni piuttosto che il classico 20 x 20 cm che campeggia ancora oggi in moltissimi bagni che sarebbero da ristrutturare.

La resina

Un tipo di pavimento che potrebbe essere quello che cerchi per la tua ristrutturazione casa a Milano è la resina. Si tratta di una soluzione che non molti prendono in considerazione ma non c’è alcun motivo dato che si tratta si un pavimento resistente, duraturo, bello da vedere e anche facile da pulire. La resina viene colata direttamente sulla soletta e crea una superfice unica con sfumature e colori sempre diversi. Il vantaggio della resina è che non ha fughe come capita con le piastrelle o il legno e perciò la superfice sembrare più grande senza interruzioni. È adatta agli ambienti umidi come il bagno anche se potrebbe risultare un po’ scivolosa se bagnata, perciò attenzione.

Il laminato

Una soluzione meno dispendiosa del parquet di legno è il laminato che ha tavole in legno non pregiato ricoperte da uno strato vinilico stampato con l’effetto legno. Questo permette di avere colori e sfumature naturali ma anche con effetti come lo sbiancato, l’anticato ma anche insoliti, come il legno colorato. Un altro vantaggio del laminato è che si tratta di una pavimentazione adatta anche agli ambienti umidi perché resistente all’acqua. La sua posa è veloce e non c’è bisogno di aspettare così tanto tempo come per il legno prima di essere calpestato.

gennaio 30th, 2018 by